Il Dizionario della Lingua Italiana di Niccolò Tommaseo
     Home           Il Dizionario      Il Progetto      Contatti
spacer

Voci del dizionario

 

spacer

 

AVVEZZO

avvezzo-14786
avvezzo-14786

 
spacer

Voci che contengono:

 

spacer
©   F . B O N O M I   2 0 0 6 - T U T T I   I   D I R I T T I   R I S E R V A T I



AVVEZZO. [T.j la repubblica. E 11. 282. da aver a troppa sommissione avvezzi, [t.] [t.] e piu, e piu gen. Uso o Usato, ancora piu yen. D abili corp. [t.] Salvin. Disc. 2. 122. Manzo e detto il bue, dal latino mansuetus... quasi manui suetus, avvezzo a andare a mano mondo? Son sanguinarli, avvezzi Fir. As. 4. 90. (C) Non era avvezzo a pascer fieno. E Disc. anim. 54. Egli e avvezzo a viveio di un abito di suo proprio me n e dato. tanti anni avvezzo tra gli avvezzo a fare, Non si carne di storno (l abbondanza stucca). Nel seg. pare abbia senso sim. al not. nel $ i di Arrecato. Petr. Son. HI. (C) Semplicetta farfallaallume avvezza al bastone. [Tav.] Pisi. senso sim. Avvezzo al pericolo, se. 5. In senso buono, Salvin. Pros. losc. 2. 51. Non si puo in niun conto spuntare da suoi Franzesi, ch egli abbandonino talora la rima, e diensi a comporro in verso sciolto , dalle loro orecchie , avvezze a quel tintinno. 1. Male o Bene avvezzo (ma piu proprio in male che in bene) e anco chi prende rapina; io, a mangiar quando molo. Avvezzato dice l operazione d un altro, o almeno la noncuranza, [t.] Prov. Tose. 18. La rana avvezza nel pantano. S ell e al monte, torna al piano. 168. La carne dell asino e loro di farsi scorgere. Unito Cic. a Quinto, p. 525. Ediz. Imola. Fallaci e levi (leggeri), per la lunga servitu, cominciato di servire. CoZ/ In. Tass. T. Avvezza a prendere un abito. Abituato Avvezzi nel sudiciume, a andar puliti, par Avvezzo che gli fanno ogni al Con. [t.] Avvezzo con tante carezze, come potra egli sostenere gli scontri del e ad essere maneggiato. = colle bestie. Col Che. [t.] avvezza, [t.] Ma potrebbesi in cosa, non sa far nulla da a cercare i pericoli. [t.] [t.] Prov. [t.J Prov. Chi e avvezzo mangiare starne, talvolta desidera puo stare. = Segn. Stor. 8.213. (C) Noi,... nati liberi, ed avvezzi a governare Atjg. Avvezzato gia in, modo (Man.) Avvezzo nel viver civile, [t.] Tolom. Leti. U. Gia Tose. 225. Chi e a studii, e conversato co letterati.