Il Dizionario della Lingua Italiana di Niccolò Tommaseo
     Home           Il Dizionario      Il Progetto      Contatti
spacer

Voci del dizionario

 

spacer

 

COSCIA

coscia
coscia

 
spacer

Voci che contengono:

 

spacer
©   F . B O N O M I   2 0 0 6 - T U T T I   I   D I R I T T I   R I S E R V A T I



COSCIA. S. f. Ajf. al lat. aureo Coxa. La parte del corpo animale dal ginocchio aWanguinaja. Bocc. Nov. 54. 3. (C) Sentendo l odor della gru, e veggendola, prego caramente Cliichibio che le ne ponte, e fermossi colla spada 77. di ontano, chiamate vulgarmente cosce. della scala in terra, e ruppesi la coscia. Dant. Inf. 25. Gli diretani alle cosce distese, E miseli la coda tra amendue. Cocch. Raim. Lez. delle volte e il diritto 24. (Gh.) A quest ossa del catino sono attaccati i femori per di fuori,... ed pie, cadde 8. che fanno il fianco e la coscia Salviti. Annot. Bocc. Commen. Dant. 365. Bacco, abbrustolito dal fulmine di Giove, dalla cui coscia era uscito, fu raccolto dalle Dee Ninfe. 2. Per Prosciutto. Salvili. Annot. Fier. Suonar, p. 502. col. 2. not. al v. 52. (Gh.) In Casentino, dove li fan buoni (i prosciutti), li addomandano cosce, e regalanli a paja. 5. (Archi.) Per simil. Coscia non di terra, o di del ponte fondata alla riva, [Bos.] ossia quel pie dritto che si attiene alla riva. -= G. V. 4. 7. 2. (C) Facevano canto, volgendosi dove e oggi molti muscoli [M.F.] Cosce chiamano E cap. 32. 1. Dal contado di la dal fiume d Arno le volte e il diritto coscia del ponte vecchio di qua dall Arno. Pecor. g. 16. nov. 2. Passo il desse una coscia. E nov. in mano in sulla prima o 66. Smucciandole il all V. Pia. Seul. Arch. i. 111. Fu trovato a pie da sei o sette grosse Pilastri di pietra che sono Santa ella stava sulla sinistra coscia citta, una testa d Appio cieco. Bari. C. Arch. le coscie ed imposte. 5. de le teste, o coscie deponti dallo lato di sopra, e da quello di sotto si riliavino barbacani per reggere piu gagliardamente le teste del ponte. 4. (Ar. Mes.) Cosce della tolta chiamano i muratori i Rinjianchi fra si prendono (le miglia) alla delle mura, alle quali s appoggiano. (Fanf.) destra coscia [icl carro stando. 68. 36. 1 fianchi rimasti infra gli archi fis. anat. sez. 1. p. dolio mura alle quali s appoggiano, chiamati da muratori le coscie delle volte, si hanno a riempiere di pertiche di querce coscia del vale la piu presto di muraglia. G. G. Fort. XI. 175. Archi, i quali non rovineranno se prima non verranno tagliate loro Alh. 219. 13. Per sostenimento (Archi.) [Cont.] Lo stesso che Paradosso. Zah. Cast. Ponti, 3. B corda : C coscia , o paradosso : detta ai lati dello stretlojo, staffa inchiodata nel monaco fortificata con cavicchia : F staffa, che abbraccia , e sostiene il Grifone. (In questi due la Parte calcinacci vecchi, ma Sponda. Dant. Purg. But. Purg. 31. 2. Imperocche in sulla [Cont.] Dart. G. Arch. Alb. 30. (C) Ella pur ferma Justina entrava il fiume nella del carro volta verso la ponte. [Cont.] Vas. intorno i parlasi di costellazione.) 7. Fig., si dice delle Pertiche ond e formata l ossatura de gabbioni o bolli che si chiamino. Tartin. Bonificam. Mar. tos. 140. (Gh.) L ossatura del gabbione e composta della coscia d un ponte ponte vale Coscia del carro corda. 6. es. la coscia del ponte Rubaconte. i contadini quei due antico, dove allato a D monaco, o colonello: E ed ai quali lo slrettojo medesimo e raccomandato.