Il Dizionario della Lingua Italiana di Niccolò Tommaseo
     Home           Il Dizionario      Il Progetto      Contatti
spacer

Voci del dizionario

 

spacer

 

FACCIA

faccia
faccia
faccia

 
spacer

Voci che contengono:

 

spacer
©   F . B O N O M I   2 0 0 6 - T U T T I   I   D I R I T T I   R I S E R V A T I



FACCIA. S. f. Aff. JCamp.] t Fare faccia invece Cam. Dani. Inf. 10. {Mi.) Ghiaccia. La parte anteriore dell uomo dalla sommita della fronte all estremita Avesse in Dio ben letta 12. (C) Quindi appresso ravviso la faccia, e Faccia del luogo e si immagino. [Camp.] D. Purg. 13. alla gente. Altro fig. [t.] su l ardita faccia, Gridando a Dio : ornai piu non ti temo. = E 23. (Ci Questa favilla tutta mi raccese Mia conoscenza, alla cambiata labbia, e ravvisai la faccia di Forese. E appresso: La faccia tua, ch io lagrimai gia morta. E Par. 3. Tali vid io piu facce a parlar pronte. Si veggono quanto del belluardo lagrimosa e trista la A lui E 7. La superficie interna Ori. rossore. [t.] Vento punte di diamanti ed a tratta faccia piu chiaramente a facce 167. non taccia. [T.] Ar. Fur. "20. 64. L accolse con la faccia mesla. = Red. Cons. 1. 6. fi) Questa e di faccia rubiconda, e di anteriore di Leti. Lucr. Tornab. della 63. in fine. (Gh.) Si e pienamente verita. Dimostrazione, Vista, in signif. d della palpebra e la faccia stessa mostravano apparentemente minor 2. 4. 28. Ne in via la faccia.2. [t.] Fig. Fuggir dalla faccia del nemico, v. Gettare, [t.] Gettar in Dio. D. 3. 28. Queste sostanze, poi che fur gioconde Della faccia di Dio. Ps. nel dello sola ; ma l uso prosa ; e si puo anco nel rimprovero. Forma alquanto piu tletla. Qui sa l usanza sconcia D un solido prismatico che abbia del lai. aureo Facies; ne bassi Per Muso, Ceffo d animale. Dant. Inf. 6. (C) Cota si fecer quelle facce lorde Dello demonio Cerbero. But. Inf. 6. Dice facce, perche ha (Gh.) Dove fecero faccia e Potete conoscere 1. 61. (il/.) Il volto uman si fe ferina faccia E piedi e mani e braccia (parlasi di Licaone trasformato in lupo). o. di sdegno o di spregio. fattezze che 28. Questo astrolabio, o planisferio, in ispezialita nella faccia. Dant. Purg. 2i. (Mi.) E quella faccia Di la da lui, esempio un dado, un lato Ebbe la santa Chiesa proprio parere. S. Gir. Pisi. Par. 32. Riguarda ornai nella faccia eh a Cristo Piu s assomiglia (cioe, Maria ; sebbene Fui: 2. 11. (C) Come in significalo erano sopra la faccia dell Effigie, Impronta. Pucc. Gentil. 62. 87. E colla faccia dello Tcnno Che mi sia nuova. i Castruccini. 2. (M.) Come nella faccia edifizio, fig. come Fronte. M. V. 1. 45. (C) NeWa piane dalle quali esso e il campanile e la faccia della chiesa del vescovado. [Cont.] 13. Dicessi quello quale ha chiamato fronte ogni cosa elevata che si veda per diritto, e sara quella che comunemente si dice in faccia, overo in maesta. 8. loro del sole, e quelle che parte di superficie piana Sansov. Cane. Poi. Dav. Oraz. Cos. 1. 125. 6. (C) Eran tre letticelli messi..., essendo due dall una delle facce della camera. G. V. 1. 4.2. 2. Edificare il detto tempio..., e fecerlo molto bello ogni pudore, e sim. Ali. Tes. Br. 2. 49. Sappiate che a queste due tramontane vi s appende la punta dell aco ver quella tramontana, a cui quella faccia giace. Non sapendo Bocc. Nov. 86. Ne per mirare come d unica gioja fissamente le facce. Sagg. nat. esp. 192. Negli angoli laterali assai robusti, e Bib. Ez. 41. La gloria delle facce incavate,... [Val.] Pucc. Gentil. 84. 27. Ma come aperto fu da quella faccia, L acqua della citta comincio Mostrare la che abbia faccia di sanguigno. faccia ne perde sassi piu o meno inclinate alia corrente del fiume. Docc. Tralt. scherma, 93. Con ia faccia del brocchiere andrete a pigliare la detta punta. fiero colpo uscir tanta ruina, ciascuna delle sue facce, di panno di porpora. 9. Per Ciascuna banda del foglio. Dant. Purg. *3. (C) Se I Per Aspetto Difendersi. menzogna, De Bocc. Nov. 14. questa faccia. Tanto ch per turbata, no per lieta nella santa Scrittura dicente... Varch. Ercol. 225. Leggete quello che dice di de suoi cento uomini facce 151, e molto Impetrar puo che sempre ella (Tom.) Faccia e una Superficie cespuglio stava nascoso, direbbe in come di bronzo l artiglieria faccia alla societa; In faccia {ne avertas a facie tua d un foglio volante. Puempire intera una faccia o facciata. Copista pagato tanto alla faccia. viso... un po tondetta. 4. Fare faccia vale Far fronte, di falso ha faccia. |t.| Al pie della faccia; dove Faccia e Pie fanno a meschinelle donne, e quegli stessi lastra di vetro. Lana, Piti. 166. Mirandosi la faccia del cristallo che non e dipinta, trasparisca per essa la prima imagine, e mirandosi l altra faccia si veda la seconda. petto dell inimico, Tener fermo. esteriore di cosa che propriamente non ha faccia, come di mare, ecc., ed in piu comunem. si dice Fronte. Corsiti. astratte come di Stile, Poesia, ecc. Cor. En. 5. 1089. (M.) Le calci. [Cont.] Di una Cui dianzi spaventosa era la faccia 61. (Med.) Faccia ippocratica, Anco in buon senso. [t.| di sospetto faccia del cielo e della terra. Salvin. Cas. 137. (M.) Ma la faccia della dicitura e affatto diversa. E 140. Parve, e si disse, che cambiato genere di metro, e i lati che la voler vedere ne saperne rimessa avesse. (Lucilio). 11. Dicesi di quattro o di vien Superficie terrestre. Oli. Coin. Par. 7. Faccia, dell della terra son mari, terre e montagne, cosi... Tac. Dav. Ann. 16. 227. Che gli (M.) ogni sua misura a idee. Superficie in yen. [t.| le solite biade... ma con questo fatto messer Annibale a tesori.[Val.] Goti. Serm. 17. Sopra la faccia della terra agli occhi Biondeggiano le spighe. ad ognuno Che avesse qualche di e con linee equidistanti. 64. spazio o della terra abitata lato senso anche di cose al quale si accenna. Ps. Manderai il tuo Spirito, e rinnoverai la faccia della terra. I persecutori si credono, sperden. !o dalla faccia della terra gli uomini, annullare gli all;tti e le nella faccia delia terra nascere Cr. dagli uomini o del paese quale induca terra nuova sopra la 1. p. 61. verso il La grossezza della faccia di sopra, della terra. Tenebre proprio). 6. [Val.] (parla del finocchio), Ne che detto della Luna, [t.] Galil. talvolta; come chi vedde (vide) necessitato a formare nella faccia della luna, ma per breve tempo. E Nunz. Sider. 2. 50. Eminenze e cavita, delle quali ne e numero grandissimo nella faccia lunare. Del sole. [Cors.] D. lnf. 26. Nel tempo che colui che 1 mondo schiara, La faccia sua a noi tien meno ascosa, [t.] Alla faccia del sole, della verila. Tao. Dav. Pera. il essere ch era s usa con varii verbi, onde dicesi Andare, Portarsi, o sim., sulla faccia del luogo, Far sopra la faccia del luogo le opportune operazioni, Esaminar la cosa sulla faccia del luogo, e vale Andare a vedere, a assestare, Esaminare lo stato di una cosa presenzialmente, coll oculare ispezione dello stalo della cosa di cui si tratta. Guid. Gr. (Mi.) Dopo 9. 46. (Ut.) Li quali sulla faccia del luogo. Magai. Leti. Non ho cuore d andare diffinizione del boto impresso, il luogo Testerminio de miei uliveti. 14. Jiella faccia tua, mia, ecc., post, avverb. vale Alla tua, mia, o di dispregio senz odio. 2. 21. (M.) Vedrai se egli rendera benedizione nella faccia tua (cioe, sopra alcuno, per Sorridergli, Mostrarglisi [t.] Vang. Ecco io mando l angelo innanzi alla tua faccia. La Cessare dalla faccia di ciascuno, alla faccia di tutti i popoli.. !!. Dicesi fig. In faccia della Chiesa, di S. Chiesa, cioe nella Chiesa, Secondo i riti e le cerimonie della Chiesa. Muestruzz. 3. 21. (Mi.) E questa Dio ; ed io caddi faccia del faccia; ed Effraim dirovinera nella chiesa. Ifi. Fig. [t.] In anco la Faccia. Faccia, di fatica ne d a 1 mondo aver cangiata faccia. Porre ogni opera ; atto di disamore o la sim., Al cospetto, ma talvolta piu efficace. 18. parla. V. Dire. Matt. Vili. uomo assennato, o sim. Varch. Iiim. 1. 38. (M.) Che non e cibo che tanto mi piaccia abisso. 12. E piacer piu dovesse [t.| Non nel semplice senso gusto o qualche faccia. 19. [T.] Ove trattasi d espressione mor. ha [t.] a scendere. [Cont.] Michel. in col ladro. Viso l ha buono, ecc., presenza. Maral. S. Greg. timida donzella Dal [t.] Giambuil. sinistra , truce. [t.] Faccia fresca, senza rossore. Faccia di bronzo ; imperturbata , audace. Faccia franca ; senza mostrare alterazione d animo. mare, Voglion... Fisso con allenitone Sempre d una medesima faccia. 20. Trasl., per Sembianza, E ivi. Il consiglio Unni. Apparenza. Dani. lnf. 16. (C) Sempre a quel ver, c simili, tirati per la volta l uom chiuder le labbra. E 24. Veggendo l impronta dell eloquenza. Ar. Albert. del mondo (di tutti), e verita tien faccia di bugia , e spesse volte la bugia facce, dove combattevano tutti a Arch. 6. Vitruvio, Eloq. 420. E cosi non mancava ne maestri ottimi, elettissimi, che mostravan la faccia e non In faccia alla legge. l ria persona oda cosa; Non che si cangia subito la faccia Della battaglia. Tass. Ger. 9. 23. E piu direi, ma il ver sconcezza oncia.22. Buttare in 1. 23. Venieno i tuoi pensier fra miei Con simile atto e con simile faccia. che terra. 28. di qualunque siasi schiera. Piu cio che sia verita, non possono conoscere l adulazione faccia; Presentarsi. [G.M.] non cambio Un nuvoletto intorno ricoverse. si fa quando succede un caso che abbia piu faccie, sicche possa tramutarsi in piu guise. = Car. En. 6. 156. (Mt.) Vergine, a me nulla si mostra ornai Faccia ne But. Questa faccia, cioe dove mperadore Fece coniare in Signa |t.) Questione di piu face (aspetti in cui riguardarla). 21. Aver dipinto in faccia la bonta, o sim., vale Aver faccia di buono, o sim. Menz. Sat. 12. (Man.) Almen di lui si ben distinta Faccia da Viso. tristo Buttare, mala faccia; Far viso brusco. segnar lo stajo e intaccar l Op. div. 7. 283. Splendore faccia tuia cosa a uno, vale fig Rinfacciargliela. V. : Faccia d assassino, di del benefattore. [t.] Faccia di faccia un verso dire altrimenti. o. [t.] 23. Cadere la faccia vale Abbassare il viso per vergogna. V. Cadere, ISO. 24. Cadere in faccia, nella faecia, per Prostrarsi in alto di profonda venerazione, Umiliarsi, Pregare. [Camp.] ricchi di vetro in paragon di Dio riempieo la casa di e la a riconoscere sulla nella mia faccia (cecidi in piu faccie bellissime. [Gen.] Faccia spesso ricorre nelle sanie Scritture. = tempi Faccia, come da Glacies, E cadere in faccia e dura, ileolare piombino, le Iddio, siccome si legge di Abraam, lo quale parlando con Dio cadde nella faccia sua. 25. Cambiar faccia vale Perturbarsi, Impaurir? Mail. Vili. 7. 7. (,V. Per questo fiumi, xn. Le facce de di sua vino. 26. Cangiar la faccia, Impallidire, Divenir pallido. Ar. qui Faccia potrebbe essere anche vide la terra, e vale riferito, totalmente Cappella incortinata, per Per gran timor cangio la faccia bella, Qual il reo ch ai supplicio s avvicina. 27. |Camp.] i salute che hai preparata dinanzi per Rifuggire da ogni umana compagnia. Bib. f. i. Saetto ed uccise Caino, che A facie tua. Non si sendo egli cessato dalla faccia di ciascuno,, isfuggevole nella si presenta allo sguardo. i in faccia, Parlar con rimproveri e risolutamente alla presenza di colui di cui si Detto ass., per Aspetto d aver bene considerato il tutto errori li furono detti in faccia. 29. (Tom.) Far faccia brutta, delle sue faccie sara quattro al Ma volerlo dappertutto porre di notte, per Oscurare, la luce diurna. Mei. i. Le suliile nebbie aveano falla faccia di notte nel mezzodi (noctis Cavale. Espos. Simb. 1. 222. faccia, fig., vale domandi per qual via tu giusto con Leggermente la rimprovera (Voffesa), e getta in faccia dell offenditele. 32. [t.| Guardare tra gli occhi e la abbia tre capi. Ang. Med. la indagatore. Fr. Elitre h s deux yeux. 35. [Camp.] Indurare il sangue nella faccia, fig.r per Avere perduto e nobile a otto facce. Mei. x. Alla perfine, tolta via luam sape seroum tuum.) 43. mostravano le fabbriche che tu sai... e induraro il sangue nella faccia. 54. [Camp.l La cosa muta faccia. 38. altrove, e fig., per Abbandonare altri, Togliergli il favore,, la protezione. Bib. Eidr. il. 9. Ed ora, Signore nostro Iddio,... non levare la tua faccia, ma guala tutta la fatica, la quale ha trovati noi non Pagina, d una lettera, omnem laborem). 33. senso aver dipinta la giustizia Dir. Devo mostrar la faccia io; Esporsi a cimento o a biasimo. [t.] Mostrar questi faccia. Bib. Os. 5. E proprii meriti e le proprie ragioni. 36. [G.M.] Mostrare 26. E faccia, E per Piu com. S. Antonin. Oper. ben viver. Dee mostrar mala faccia, e non ridere a la faccia; Far valere arditamente Fig. [Val.] Mutar faccia, Cambiar condizione, aspello. Fag. Rim. 6. 71. un piccolo battaglione di quattro informato Levare la faccia, per Volgerla Fig. [Camp.] Parlare cou aperta faccia, pei Dire francamente il in le sue braccia. E 72. Perche adunque fraternalmente mi Rinfacciare. faciem lavorar (l abete) debba camminare, io ti parlero ugnali Superficie, ma di tutto la faccia sua contro alcuno, fig. Porci tutto se stesso, [t.] Alla faccia 2. sim. Modo scrilt. Passav. 337. dimorano ha due parti principali magi o agl indovini, io pwji Va ?ara& mi* contro lei ad ucciderla. 40. [Camp.] t Rispondere nella faccia, parlando di passione, significa sul volto, Dipingersi su la Appalesarsi adulatori. 37. i l arroganza d Israel rispondera nella sua quale obbliga nella faccia della sua moltitudine di malvagitadi (respondebit in facie). 41. [t.] Rivolgere la faccia altra il dorso. 63. Si si stendono commedia degli Ateniesi sua, o 28. Spesse tua misericordia. ( Illustra faciem le Ps. Ne avertas faciem tuam a me. 42. [Camp. | 1 Schiarare la faccia a le. Lai. Coram te). favorevole. Bib. Salili. 30. Schiara la faccia tua sopra il servo tuo; fammi salvo nella volte Fig. per Persona, perche la vergogna e l onesta, [Camp.] Sedere nella faccia, parlandosi di passione, e modo lat., che significa Apparire sul[Camp.] Diz. mar. mil. Faccia in una relazione mi otto poesia, l antica dalla sua punta sino alla linea della spalla. [Cont.] G. G. Fort. xi. 146. Quelli corpi di difesa, che hanno da difendere le cortine, devono esser composti di due fianchi e due faccie. (Mil.) La parte anteriore Dire principi, per lo piu, 2. 12. Acqua torbida, la Ist. Mess. I. 1. p. [G.M.J Fam. Faccia proibita ; dicesse: D. bronzino che resta fecondita nuova gli ammainavano i Ora ch io t ho cuopre la faccia Palesemente. Rus. un tempo. Onde di Pagina facce, che e composto di il grosso de nemici facce, e ha faccia di Corsili. Ist. Mess. I. 2. p. 157. verso la meta. finto che faccia; |t.] Vang. si posero in difesa. 60. (Mil.) Voltare faccia vale Rivolgersi tutto a un tratto per inseguire l inimico e combatterlo. Corsili. Ist. Mess. I. faccia del campo, fi 15. fine. (Gh.) Caricava sopra tutti Stare a petto a 10. senza trovare chi offendere quando voltavano faccia,... Moni. lliad. I. 11. v. i37. Impetuosi Voltando faccia sgominare i Teucri,... E il nome farete fecisse). 51. Gettare in cui sono gli occhi e le tempie incavate, le orecchie fredde e corrugale, il naso tiralo e ristretto in se, la pelle della fronte linee con le e adorare labbra fredde, assottigliate e pendenti: segni certi di vicina morte. (Mt.) 62. (Geom.) [Gen.] Diconsi Facce d un solido le Figure citta di Napoli fece cadere terminato. Vip. Jies. sol. 86. Sia di lati uguali infra loro, cui la faccia rettangola AN sia parallela all orizzonte. E 89. Sia la superficie ABC la faccia un temperamento, per scompartimenti Faccia La faccia l opposta faccia simile ed uguale alla stessa ABC. [Cont.] G. G. N. sci. Xili. 92. Figuratevi per piu che l altre trapunta, del quale sia v. g. lungo due dita, sicche una faccia venti facce in cambio de quadre. [Cont.] Dicevasi anticamente TOtto facce, il Dodici facce, il Venti facce, e sim., invece di Ottaedro, Dodecaedro, Icosaedro. Bari. C. Mis. disi. in. 19. Restaci adunque a trattare delli altri tre (corpi regolari), cioe dello otto sarebbe affettazione e cioe Opporsi, otto triangoli il prisma triangolare ABN, di e del venti facce, che si fa di venti triangoli simili, e del dodici facce che si fa di dodici pentagoni. 65. (Archi.) [Cont.J Dicesi anche in Arch. e Mec. Vas. Arch. in. Se si ha da vedere la colonna accampata nel dorico, vogliono essere da ridere, osim. 50. dita canali, e non rimanere fra canale e canale altro che il canto vivo. Bari. C. Arch. Alb. 181. 23. Pelr. son. 92. l accia sono faccia di pastor di Cosenza... del mento. con angoli con aperta faccia. 59. Porre lo [Cont.] A facce. Bari. C. Mis. disi. ili. 12. Piramide a facce. Biring. Pirot. vi. 12. 0 tondo, o a faccie diritte, o a faccie spezzate, il intollerabile del adinainica; Quella in Dii non pure gli facevano punto dal vedersi le macchie dimorar volete che venga. Vas. Arch. in. Prigioni e fortezze dove si fa cantonate a che porta volsi in si faciem meam). E modo che d un compasso. Lato o Banda di esso. Gal. Camp. Faremo principio da quella faccia di esso (compasso) nella quale sono notate quattro coppie di rugosa, secca si e umiliarci, Per Ciascun lato strumenti. Danti, Astrai. contraddistinguono uno dall altro (M.) Qualunque persona ricorrera ai ; l una e la faccia, e 17. Far. 44. 88. (M.) (Astr.) [Gen.] Faccia del sole, pel Disco solare. Gal. Macch. sol. Prende Apelle la sua ragione degli scrittori ormai chiama Pagina tempi ineguali sotto la faccia divisioni. [Cont.] D altri o la traversano per la linea massima,...