Il Dizionario della Lingua Italiana di Niccolò Tommaseo
     Home           Il Dizionario      Il Progetto      Contatti
spacer

Voci del dizionario

 

spacer

 

FISCHIARE

fischiare
fischiare

 
spacer

Voci che contengono:

 

spacer
©   F . B O N O M I   2 0 0 6 - T U T T I   I   D I R I T T I   R I S E R V A T I



FISCHIALE. V. n. ass. Mandar fischiar degli orecchi come quando questo e quella voce itnit. E questo e il lat. Fistula e il gr. fusaio, Soffiare, e il gemi. Fischen, e Sibilo e Sufolo son suoni itnit. Fir. As. 226. (C) E fischiando una sol volta cosi pian piano, aspetterai che questa mia balia..., parlando non puo ben del giorno, gliela fischia. [Val.j come era usato, e fischiando fa Correre. Pucc. Centil. 5i. 5. More/. 23. 21. E fischia come serpe, quando e in a Accoccargliela. Ricciard. li. Sost. Segr. fam. Aver udimmo che fischiava. E a modo di 95. Si la volpe alla quel bollimento, ne si udiva ch io non vedessi D onde si fusse quel fischiar -8. 99. Orlando anch esso Fare strepito, Alzare le voci, Gridare. Guid. G. (C) Li quali tutti fischiarono alla battaglia, e gittarsi addosso alli Greci. fischiarvi gli orecchi? Quando lo ebbe vicino, gli venti, quando spirando fanno rumore. Varch. Ercol. 41. IC) Se avesse sentito venli. Red. Ditir. 14. Quale pecore, o ragghiare asini, e, non gli manchi qualche dente, Secondo la tradizione 4. 83. alla stagion del gielo II piu freddo Aquilon fischia pel cielo. 4. Si dice di ogni altra cosa che fa sibilo, rompendo l aria con velocita. Bern. Ori. 1. 2. 4. (C) E par eh il ciel paventi, e a terra vada, Solo aj fischiar dell una e l altra cappello trito. Fischia, Comincia a La spada che, fischiando, cala d alto. = Sagg. Nat. Esp. Non si vedeva piu (C) (C) 135. E questo fu cagion fischiare, come l altra volta aveva fatto. [Val. | Forlig. Ricciard. antica, che anco i tuoni aria che di nuovo fischia, E cadono le reti sui guerrieri. E alt. fam. [Fanf.] (dicesi a dice de fistio una bastonata. mischia, Poi, nel piu bel verso falsato con lui, pifferi, cari a nelle apparenze. Forse da chi mal vestito balle i denti Dudone agli Egizi la fischia. dissimula il freddo facendo l alto di fischiare. Non si dice tanto de poveri si ragiona di colui in in condizione civile e in angustie. [t.J Fig. di rei. As. 3. siete mai sentito spada, [t.] Ar. FurTVi. 105. fischiare. 6. [G.M.] Chi aprendoti Jperb. Farsi fischiare; di disapprovazione. lettera S, o perche che altro, fischiare i o per altra imperfezione, dicesi fam. che fischia. Ma fischiare una cabaletta, un Parlando degli Orecchi, dicesi del Sentirvisi dentro alcuno zufolamento, il che anche si dice Fischiasi anco mi consente, stonimi (Mt.) Ove non ohblia il cansarsi del lume degli occhi, e il perder la venuto. E quando l ammiraglio di lui). 9. o il verso di quelli Mi fischia l orecchio ; quando ci figuriamo che altri parli di noi. [G.M.] uso. N. pass. Cacciarsi, Precipitarsi, uno; accennando che s e popolani, quanto di chi e qualche luogo. E per burla dicono che quando fischia l orecchio destro, si ragiona in alcun luogo di colui in lode. [Rig.] I Fior, dicono: Quando fischia l orecchio manritto, il cuore e afflitto (qualche disgrazia ci sta sopra); quando fischia l orecchio manco, il cuore e franco (e segno di qualche buona ventura), [t.] o cantare uccelli, o belare d Ischia Li sopraggiunse. V". Fior. Anche un vestito meschino, un 3. Fischiare si quando fischiano altrui gli orecchi, parlato fischio, Sibilare. E uno e Fischiare altrui negli orecchi, ed anche ass. Fischiare, fig., vale Insinuare segretamente alcuna notizia. Pataff. 9. (C) Fischiandomi oltre, monna Tessa disse:... 10. [A.Con.] Fischiare come un biacco. Avere molla miseria, Patir la fame. ii. [G.M.] Fischiare a tordi, a pettirossi, alle lodole, e sim.; Imitare colla pispola il canto per isvenirsi. 8. uccelli per allettarli. E fig. Fischiare a tordi. Gettar parole invano, Affaticarsi inutilmente. Tasson. Consid. Petr. P. 1. son. 8i. (Mt.) Dove il testo nollo con chiavi e altri simili e lascio fischiare a tordi.12. Fischiare, in signif. alt , vale Disapprovare confischiate. (Man.) Alt. ancoailat. aurei: Sibilare. [G.M.] Come fischia ! 7. aria, una canzone; vale Modularla meritamente o no qualunque segno Tirare a se fischiando. [t.J l uscio, ti meni... la Quindi le disapprovazioni teatrali. [Ross. ] Tomm. Bell, e Civ. . 10. 11. 129. II popolc romano, al sentire fausti. Vi Quando una voce a questo modo (cioe, una sillaba breve dalla musica fatta sull isola Quand ecco l fischiava, [t.] Fischiasi e l attore e l autore, e il dramma e la musica, e l apparato scenico, e il direttore dello spettacolo, e chi lo turba o impedisce. Fischiatisi i fischiatori. Cornare. Salviti. Pref. T. B. di molta miseria, e mostrarlo Momo, figliuolo delle vergini Muse. 15. [M.F.] Fischiarla a uno. sinistra credeva Fischiare nel ling. Fior. As. 3. lepre usa e di fare Che, scherzando con lei, s imbroglia e 8. [t.| dalle scene un pronunziare incamera... 252. Dopo batte, E Fischiarla a uno, lo slesso che Sonargliela, Accoccargliela, Colpirlo di buone botte. Forlig. Ricciard. venuto. 2. Per eslens. attaccala ha la mischia, E il buon per freddo e soffia, e 14. [Val.] Strano Serdon. Prov. Dicesi volgarmente che chiaro ch egli e favella, e il fuori il del Re sente L andata lor, di dietro a lor si fischia Con tutta la sua armata arditamente, Ed una sera in lunga, o per lo contrario), caldo. Segr. anche Fistiare.